LEGGIAMO INSIEME IL GRANDE POETA EUROPEO.

 

 

PARIS.jpg

 

 

Jacques Prevert, nasce a Neuilly-sur-Seine nel 1900 ed è uno dei Poeti Francesi più popolari del XX secolo.
Giovanissimo conosce André Breton, Raymond Queneau e i surrealisti ed entra a far parte di questo gruppo, interessato dall’arte populista.
Nel 1928 si discosta da questi e frequenta il Groupe Octobre, una compagnia teatrale di sinistra.
La sua fama è però dovuta alla produzione poetica, dove Prévert dà libero corso all’immaginazione insolita in uno stile vicino alla lingua parlata e alla vita quotidiana.
I suoi temi preferiti sono l’amore, la libertà, il sogno e la fantasia, la compassione, l’umorismo, la satira contro i potenti, l’avversità per l’oppressione sociale.

P.S. (o C.C.):
Ho visto in 1 sito Internet che degli IMBECILLI hanno “censurato” 1 frase di Prevert…

Ecco che da Persona Libera ho postato questa OPI…

GRAZIE.

Eccovi tre sue Poesie:

Per te amore mio

Sono andato al mercato degli uccelli
E ho comprato uccelli
Per te
amor mio
Sono andato al mercato dei fiori
E ho comprato fiori
Per te amor mio
Sono andato al mercato di ferraglia
E ho comprato catene
Pesanti catene
Per te
amor mio
E poi sono andato al mercato degli schiavi
E t’ho cercata
Ma non ti ho trovata
amore mio.

I ragazzi che si amano

I ragazzi che si amano si baciano in piedi
Contro le porte della notte
E i passanti che passano li segnano a dito
Ma i ragazzi che si amano
Non ci sono per nessuno
Ed è la loro ombra soltanto
Che trema nella notte
Stimolando la rabbia dei passanti
La loro rabbia il loro disprezzo le risa la loro invidia
I ragazzi che si amano non ci sono per nessuno
Essi sono altrove molto più lontano della notte
Molto più in alto del giorno
Nell’abbagliante splendore del loro primo amore

Tempo perso

Davanti alla porta dell’officina
l’operaio s’arresta di scatto
il bel tempo l’ha tirato per la giacca
e come egli si volta
e osserva il sole
tutto rosso tutto tondo
sorridente nel suo cielo di piombo e
strizza l’occhio
familiarmente
Su dimmi compagno Sole
forse non trovi
che è piuttosto una coglionata
offrire una simile giornata
a un padrone?

 

 

LEGGIAMO INSIEME IL GRANDE POETA EUROPEO.ultima modifica: 2010-02-05T23:03:18+01:00da kontrokobra
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento